Cipria – L’iconica poudre libre di T.LeClerc

Utilizzata fin da tempi remoti per opacizzare la pelle, renderla vellutata e fissare il trucco, la cipria è un prodotto di bellezza tanto indispensabile quanto evocativo per avere una base perfetta o per meglio dire “fissare la bellezza quando è al suo apice”.

Origini della cipria: il più antico prodotto di maquillage della storia

Le sue origini sono antichissime: la maggior parte delle fonti sostiene che il nome originario Polvere di Cipro derivi dall’Isola di Cipro, nel cui contingente sito archeologico di Pyrgos furono rinvenuti nel 2003 i resti di una grande struttura risalente all’inizio del II millennio a.C. destinata alla produzione di profumi e prodotti di bellezza. Duemila anni dopo in Egitto, fu la volta del Talak, un composto ricavato dalla biacca e usato per  schiarire la pelle.
Per sbiancare il viso nell’antica Grecia veniva invece impiegato il Psymuthion, composto da calce, gesso, argilla bianca, biacca e terra di Selinunte.
Nella Roma Imperiale la cipria era conosciuta come Lomentum, un mix di farina di fave e gesso di Creta.
Durante il Medioevo il trucco sembra essere utilizzato solo da cortigiane d’alto borgo e meretrici.
L’importanza della cura della bellezza fu in seguito indispensabile nel Rinascimento con l’avvento delle parrucche incipriate con polvere di riso ed indossate dalla nobiltà come segno di distinzione.
Nell’epoca barocca è invece la donna rococò ad imbellettarsi il viso con poudrè e piumini di cigno o marabù al fine di ottenere un incarnato d’alabastro, sinonimo di vera bellezza.
Ma, il periodo di massima diffusione della cipria, si deve principalmente ai truccatori di Hollywood che verso la fine del 18° secolo la utilizzarono per far durare più a lungo il cerone usato sugli attori.
Nasce così – nel 1881 per opera del rinomato farmacista Théophile LeClerc, la cipria moderna, validissimo alleato contro la lucidità del viso anche in epoca contemporanea.
Ed è nella sua officina sita nei pressi di Place de la Madeleine che mette a punto una cipria dalla formula segreta conosciuta come Poudre Libre T.LeClerc, da allora emblema del marchio.
Questa polvere dalla morbidezza incomparabile, divenuta ben presto sinonimo di prestigio nella Bella Epoque, è ancora oggi il punto di riferimento di attrici, top model e make-up artists.
Le ciprie T.LeClerc  racchiuse nell’inconfondibile poudrier, la famosa scatoletta in alluminio dal gusto retrò, sono disponibili oggi in due versioni (Polvere o Compatta) e si presentano con una straordinaria gamma di rispettivamente 20 e 15 differenti colori.

Cipria: meglio in polvere o compatta? Ecco la differenza

Poudre libre vs poudre compacte: le ciprie professionali sono quasi sempre in polvere libera, ovvero non pressate. Applicate sul fondotinta non ne alterano il colore e permettono di fissare a lungo anche i più sapienti giochi di sfumature, prolungare la tenuta del fondotinta e opacizzare l’incarnato. La cipria compatta è invece perfetta per piccoli ritocchi o per tamponare l’effetto lucido dal viso.

Ciprie colorate correttive del sottotono: cosa sono e perchè utilizzarle

Le ciprie colorate vengono utilizzate per correggere le discromie oppure per enfatizzare coloriti molto chiari o, al contrario, ambrati. Altesì servono a ravvivare una carnagione spenta oppure a neutralizzare il rossore. I nomi sensuali e intensamente espressivi delle ciprie T.LeClerc offrono ad ogni donna il colore più indicato alla propria carnagione, qui di seguito tutte le nuances disponibili sull’e-shop MonParfum Profumerie unitamente a tantissimi altri cosmetici selettivi e profumi di nicchia:

Les Roses
TRANSLUCIDE: Beige rosa chiaro. Permette un trucco leggero, trasparente, molto naturale. Rende il viso luminoso e sopratutto molto fresco.
IVOIRE: Beige delicato per le pelli più chiare.
BISTRE’: Beige rosato per un viso fresco, riposato, luminoso.
CHAIR AMBREE’: Beige rosato leggermente ocra. Adatto ad ogni incarnato dal chiaro spento al rosato. (corrisponde alla compatta AMBREE’)

Les naturels
CHAIR ROSEE’ Tonalità di pesca trasparente. Consigliato a chi cerca la delicatezza di un colore splendente e deliziosamente colorato. Ravviva un colorito pallido e illumina e visi piu’ spenti. (corrisponde alla compatta PECHE)
CHAIR OCREE’ Beige neutro e delicato. Un color miele, morbido, vellutato, che si fonde con l’incarnato. (corrisponde alla compatta SABLE).
CANNELLE: Beige abbronzato. Leviga i coloriti opachi e rosati, riscalda i colori chiari. Attenua notevolmente i rossori. Non indicato alle classiche carnagioni mediterranee.

Les Diaphanes
NACRE’: Beige molto chiaro, impercettibile, trasparente, immacolato. Colore opalescente, puro e luminoso.
CAMELIA: Beige chiaro. Accentua la finezza di un colorito chiaro. Il vero segreto di un colore di porcellana. (corrispondono entrambi alla compatta IVOIRE)

Les Lumineux
BANANE: Giallo pallido molto delicato. E’ diventata la cipria delle star e delle top model. Unica, illumina di mille bagliori. Più adatta alle pelli più chiare, rosate e sottili. Dona un colorito levigato in modo spettacolare. (corrisponde alla compatta BANANE)
ABRICOT: Splendore di zafferano. Ha un risultato simile a BANANE su una pelle spenta, abbronzata, meticcia o nera. Usata come blush, riscalda i coloriti più chiari. (corrisponde alla compatta APRICOT)
ORCHIDEE’: Un velo rosa. Un colpo di luce garantito. Miracolosa di sera da sola o con un’altra sfumatura. Ideale per rinfrescare le pelli mediterranee. Non adatte alle pelli che tendono ad arrossarsi (corrisponde alla compatta ORCHIDEE’).
LILIUM: Rosa tenero. Restituisce freschezza e pelle satinata a coloriti pallidi o spenti. Da usare pura o abbinata.
PARME: Dai riflessi malva, fissa la luce schiarendo il colorito. Da abbinare con un’altra sfumatura.

Les Correcteurs
TILLEUL: Verde-Acqua. Neutralizza i rossori diffusi e la couperose. Da abbinare ad un’altra sfumatura.

Les Solaires
BRONZE’: Dorato naturale. Molto discreto, assicura un bel colorito uniforme.
SOLEIL (solo compatta): una compatta solare con polvere d’oro.
SAFRAN (solo compatta): cipria/terra per un effetto abbronzato e opaco.

Come applicare la cipria in polvere in modo corretto?

La cipria in polvere si applica con un piumino in velluto o con un pennello largo a setole morbide.
Con il piumino si otterrà un maggiore effetto opacizzante e polveroso, mentre con il pennellone il risultato finale sarà più trasparente.

Fondotinta e cipria, il binomio per una base perfetta

Oltre a numerose tipologie di ciprie, il brand propone anche una linea di fondotinta T.LeClerc come Il Fond de Teint Hydratant adatto a pelli normali/secche e sensibili. Offre un comfort assoluto ed una finish naturale e modulabile, per un risultato sofisticato e luminoso.
Facile da applicare, uniforma e illumina il colorito, riduce le imperfezioni cutanee e sfuma le rughe superficiali grazie a una formula specifica: un complesso soft focus composto da particelle che riflettono la luce. Un agente polimero idratante assorbe e trattiene l’acqua per un comfort assoluto. Ricco di vitamina E, contiene anche un filtro protettivo SPF20 ed è disponibile in sei tonalità (Ivoire, Clair Rosé, Beige Sablé, Beige Ambré, Beige Abricoté e Doré)

25 Risposte

  1. Renee

    anche io l’ho provata e l’adoro . Baci
    http://www.therosestrawberry.com/

  2. Aisha

    Sono sincera :) non conoscevo questo brand e queste ciprie “correttore” sembrano davvero favolose! baci

    aishettina.blogspot.it

  3. alice cerea

    Complimenti hai descritto benissimo la cipria
    in tutti i suoi aspetti.

    Alice Cerea
    babywhatsup.com

  4. Fashionably Idu

    I personally favor loose powder over compacts. I don’t use color correctors, wonder if I should. Your makeup is so lovely!
    http://www.fashionablyidu.com

  5. little fairy fashion

    Un post bello e molto interessante. Kiss
    “Monnalisa sfila alla Stazione Leopolda ed è subito magia” ora sul mio blog http://www.littlefairyfashion.com

  6. Martina

    Fantastica questo articolo, ho imparato tante cose sulla cipria che non sapevo!
    Bacioni
    Martina
    http://www.pinkbubbles.it

  7. manuelita

    devo proprio provarla sembra ottima!!
    baci e buon fine settimana

    http://www.unconventionalsecrets.com/

  8. Cinzia Satta

    Una spiegazione ineccepibile Pamela,bel post! La cipria e’ un cosmetico indispensabile per la buona riuscita del make up!
    Baci
    Cinzia

  9. Coco

    Mi hai aperto un mondo! Devo assolutamente provare queste ciprie correttive! Baci, Valeria – Coco et La vie en rose FASHION & BEAUTY

  10. surgi

    wow so nice!! Really amazing post. I love it very much. Thanks for sharing with us.