Tonkin Musk Oil, profumi al muschio di cervo Moschus Moschiferus

Pochi altri materiali al mondo possiedono un aroma complesso come il muschio animale. Può essere descritto come terroso, caldo, dolce, polveroso, legnoso, pulito, sporco o “skanky”.
Ciò è ulteriormente complicato dal fatto che solo in pochi hanno avuto la fortuna di sentire l’odore del vero deer musk, ma piuttosto di una sua evocazione, ricreata attraverso molecole di sintesi o muschi botanici. Si usa infatti il termine “muschiato” per descrivere un aspetto strutturale di un profumo, anche se il prodotto reale in sè non contiene alcun muschio animale. Ad esempio, i profumi che sanno di sapone sono spesso descritti come muschiati, anche se sono distanti un milione di miglia dall’odore animale del vero muschio di cervo.

Differenze tra deer musk e muschi sintetici

Conosciuto già nella Cina del 3500 a.C, il musk è una sostanza ricavata dalla ghiandola del cervo muschiato (Moschus moschiferus Linnaeus, 1758) un piccolo ruminante diffuso in Siberia, Corea, Nepal, Manciuria, Mongolia, India e Tibet. Il maschio possiede una sacca ghiandolare (Pod) dal caratteristico contenuto aromatico, che nella stagione riproduttiva si riempie appunto di grani di muschio.
Essendo materia rara molto costosa, un tempo era usato esclusivamente dalla nobiltà. Il suo odore intenso e a tratti erotico, diventò in breve tempo richiesto, motivo per cui l’animale ha rischiato l’estinzione ed è ora una specie protetta. Tra l’800 e il 900 venne infatti sostituito con diverse note sintetiche create in laboratorio: dal nitro musk inventato nel 1888, ai musk macrociclici del 1926, fino al musk aliciclici del 1975.
A causa del loro potenziale livello di tossicità, la produzione dei nitromuschi è in declino in Europa già da qualche anno. Solo due di questi vengono ancora prodotti in quantità significative oggi: il muschio xilene MX e il muschio chetone MK.
Questi, insieme ai muschi policiclici (galaxolide HHCB e tonalide AHTN), compongono il 95% dei prodotti che l’industria aggiunge a detergenti, saponi, detersivi e profumi.
Esiste anche un’alternativa naturale, il muschio di semi di ambretta, un lattone macrociclico comunemente chiamato ambrettolide.
Il muschio bianco, invece, non è una pianta e non esiste affatto in natura.

Il profumo del vero muschio animale

Il deer musk è tra i profumi quello che più di altri mima gli odori corporei naturali, da qui la definizione  “body odors”. Oggi, sebbene non venga più commercializzato “ufficialmente” è ancora una materia prima molto ricercata, impiegata anche in omeopatia.
Il muschio animale della migliore qualità è quella tibetana: denominato come musk di Tonkino (Moschus Tunguinensis) in quanto smistato nell’omonima città cinese, è composto da pods che variano dal rosso al marrone e possiedono un odore caratteristico molto forte.
Meno pregiato è il musk di Bengala detto anche Muschio di Siberia, di Russia, Moscovitico (Moschus Moscoviticus) racchiuso in pods color bianco/argento dall’aroma più delicato e meno potente del primo.

Il fascino intramontabile del vintage: il muschio in olio negli anni ’70

Il muschio in olio divenne popolare in America e in Europa alla fine degli anni ’60, quando nacque il movimento pacifista hippie che vedeva nell’Oriente la terra promessa. Da allora il suo successo non conobbe declino. Ne sono la prova creazioni olfattive come il celebre Kiehl’s Original Musk Oil, formulato la prima volta nel 1851 con il nome Love Oil, rimane sin dagli psichedelici anni sessanta uno dei muschi di riferimento del mercato. Nel 1979, divenne ufficialmente un’icona culturale per essere aggiunto alla collezione permanente di prodotti farmacologici americani del Museo Smithsonian.

Tra gli altri musk oil vintage, reperibili su siti di collezionismo troviamo:

– Jōvan Musk Oil
– Musk Oil by Skin Bonne Bell
– Musk Mico
– Musk Sonora
– Dana Musk Oil
– R.H. Mystic Musk Oil
– Amica Naked Musk Oil
– Coty Wild Musk Oil
– Houbigant Alyssa Ashley Musk Oil
– West Cabot Labs Original Musk Oil
– The Body Shop White Musk Perfume Oil

Tipi di muschio, varianti e intepretazioni moderne

Alcuni composti sintetici a base di muschio, associati ad altri accordi, in profumeria sono definiti:

Muschio bianco: il white musk è un mix di molecole sintetiche dal profilo olfattivo pulito. Associato all’idea di sapone, di fresco e candido, viene infatti utilizzato anche nei comuni detersivi per bucato.
Muschio nero: nel black musk prevarica una sfaccettatura legnosa, terrosa e sporca.
Muschio rosso: il red musk possiede una nota di incenso che ricorda i templi orientali.
Muschio blu: il blue musk ha una sfumatura muschiata morbida e dolce, molto simile al muschio africano.
Muschio egiziano: l’egyptian musk non ha origini in Egitto ma è una variante di muschio bianco mixato con note di patchouli, vaniglia e petali di rosa oppure con mirra e frankincense.
Muschio africano: nonostante il nome evocativo “selvaggio”, gli african musk sono di solito variazioni del muschio egiziano, morbido e pulito, con un’inclusione di dolce vaniglia che li rende ancora più teneri.
Muschio orientale (o Chinese Musk): dalle distinte note olfattive verdi e fresche in apertura, i china musk si collocano a metà strada tra la sensazione metallica dei muschi bianchi e la delicatezza dei muschi egiziani.
Muschio tibetano (o Himalyan Musk): una variazione apparentemente vicina alla vera tintura di muschio di Tonkino.
Muschio turco: ispirati alle tradizioni del tè e delle pelli esotiche portate attraverso la Via della seta a Costantinopoli, i profumieri hanno inventato una miscela di muschio che usa note di tè nero e sfumature cuoio.

Muskiness scents, profumi di nicchia con muschio animale

L’aura mitica del muschio di cervo naturale, è ancora oggi interpretata da numerosi nasi. Tra le migliori fragranze di alta profumeria artistica contenenti note di muschio animale dai sentori caldi e afrodisiaci, sporchi e terrosi troviamo le composizioni di Areej Le Doré, una fusione straordinaria e ben bilanciata di tradizioni da tutto il mondo; la profondità significativa, l’intensità aggressiva e la semplicità della cultura russa, il mistero e il carattere lussuoso della profumeria araba e la delicata eleganza delle fragranze francesi. Attraverso l’uso di ingredienti rari, quasi dimenticati e di altissima qualità, combinati con tecniche di distillazione innovative, Areej Le Doré aspira a restituire alle antiche radici della profumeria, nonché a rivitalizzare l’esperienza olfattiva con un tocco moderno. Qui la collezione di Siberian Musk Attar.

Nel comparto della profumeria di nicchia, invece, le fragranze con muschio animale più apprezzate sono:

Parfum d’Empire – Musk Tonkin
Serge Lutens – Muscs Kublai Khan
Mona di Orio – Musk
PG – Psychotrope
Keiko Mecheri – Musc Nobilis
Profumum Roma – Thundra
Les Néréides – Musc Samarkand / Fleur Poudrée De Musc
Frédéric Malle – Musc Ravageur
Francesca Bianchi – Under My Skin Extrait
Marlou – L’Animal Sauvage
Papillon Artisan Perfumes – Salome
Byredo – M/Mink
Etro – Musk recensione qui
Pierre Guillaume – Arabian Horse
Ava Luxe – White Musk / Madame X
Laurent Mazzone – Hard Leather
Fueguia 1833 – Ballena de la Pampa
Lorenzo Villoresi Musk un profumo seducente, odoroso di legni aromatici, dalle potenti suggestioni afrodisiache grazie alla nota sensuale e avvolgente del musk di Tonchino arrotondato con rose, sandalo, legno di cedro ed essenza di galbano dal sottotono fresco, verde e boscoso, morbido e balsamico, che ricorda anche gli aghi di pino. Il tutto adagiato su note lusinghiere di muschio e ambra grigia.

17 Risposte

  1. Radi

    Sounds and I bet smells lovely by the description you have given here.
    Enjoy your day <3 Radi

    www.fashionradi.com

  2. manuelita

    molto interessante questo post dedicato ai profumi al muschio!!
    baci

    http://www.unconventionalsecrets.com/

  3. Rakhshanda

    These products sound good, would love to check these out <3
    Love!

  4. Ivana Split

    non sapevo che esiste muschio sintentico. Un post molto interessante!

    https://modaodaradosti.blogspot.com/

  5. Ale

    Interessante il muschio, io adoro quello bianco!!
    Baci, Ale

  6. jodie filogomo

    This sounds wonderful!
    XOXO
    Jodie
    www.jtouchofstyle.com

  7. Beauty Unearthly

    Excellent post (as always)!Thank you very much :) xx

  8. Nicoletta Cillara

    Un articolo veramente esauriente!
    Nicoletta
    http://lavieestbellebynicoletta.com

  9. GlamourZONE

    Great review dear! Sounds like a great product. Thanks for sharing. Kisses!

  10. Ann

    Wonderful post.
    Nice review.
    Have a wonderful day.

    Ann
    https://roomsofinspiration.blogspot.com/

  11. Francesca Romana Capizzi

    Ammetto la mia estrema ignoranza: per me muschiato voleva dire odore forte ma non sapevo che venisse in realtà dalla ghiandola del cervo!
    Mi sento piccola piccola :-(

  12. Rosanna

    Looks and sounds like a great scent!
    Have a lovely day :)
    Rosanna x

  13. HariRari

    Sounds very good, I’d love to smell it ^^
    xx

  14. Rena

    Seems to be a great product!
    xx from Bavaria/Germany, Rena

  15. Sara

    Molto interessante… Non sapevo dell’esistenza del muschio di cervo. Un bacione!
    https://chicchedimamma.com/

  16. Lynette

    They sound great – amazing review.